CHITARRA ELETTRICA

Visualizzazione di 13 risultati

Chitarra classica, acustica, o elettrica? Dal 1968 a Palermo, Tuttomusica Srl, tratta molti marchi di chitarre che trovi nel nostro Shop fisico e online.

La chitarra (elettrica) è uno strumento musicale cordofono a pizzico, che può essere suonato con i polpastrelli, con le unghie o con un plettro.

La c. moderna ha origine dalla c. barocca che a sua volta deriva dallo strumento medievale a cinque corde chiamato quinterna.

Dalla seconda metà del XVII secolo fino alla metà del XIX secolo, con i progetti e le innovazioni apportate in Spagna da Antonio de Torres, si ha la nascita del prototipo della c. classica moderna.

La c. a sei corde sostituì la c. barocca perché più facile da maneggiare e suonare e con una struttura più robusta. Questo passaggio dalla c. barocca a quella moderna può essere paragonato alla sostituzione della viola da gamba con il violoncello.

Strumento musicale a corde, costituito da una cassa a forma di 8 e da un manico alle cui estremità si attaccano più corde (di solito 6) che il musicista mette in vibrazione con le dita o con il plettro. Di origine araba, la c. ha avuto larga fortuna nei paesi latini (Spagna), dove sono fioriti in gran numero virtuosi e compositori. Delle possibilità offerte dalla c. hanno dato evidente prova gli strumentisti che l’hanno introdotta nelle sale da concerto, in particolare A. Segovia, che, oltre a eseguire brani già scritti per c. e a sollecitare i compositori suoi contemporanei, ha ampliato il repertorio dello strumento attraverso trascrizioni.

Nella musica popolare è diffusa la c. battente, con cavigliera con bischeri posteriori e cinque corde doppie da suonare col plettro. Nella musica leggera, nel rock, è molto usata la c. elettrica, nella quale le vibrazioni delle corde sono raccolte da un microfono collegato a un amplificatore (provvisto di circuiti elettrici per ottenere effetti speciali) che alimenta uno o più altoparlanti.